Con diversi interventi di prassi, l’Amministrazione finanziaria ha consentito ai soggetti esportatori abituali di:

  • aumentare o diminuire in corso d’anno, l’ammontare del plafond disponibile indicato nella dichiarazione d’intento;
  • non avvalersi, per alcune operazioni, del plafond ivi indicato;
  • revocare la dichiarazione d’intento.

Leggi l’articolo completo